top of page
  • Luca Artelli

7 Artisti, amici e sostenitori della YRNM GALLERY.

Aggiornamento: 27 apr


Dietro ogni grande galleria d'arte c'è una comunità di artisti, amici e sostenitori che contribuiscono con la propria passione, creatività e sostegno. Nella YRNM GALLERY, questo spirito collaborativo e solidale è il cuore pulsante che alimenta la nostra missione di promuovere l'arte e la cultura. In questo articolo, ti presentiamo sette artisti, amici e sostenitori che condividono la nostra visione e che sono parte integrante del nostro percorso artistico. Scopri le loro storie, le loro opere e il loro contributo alla YRNM GALLERY.





  1. Leadro Conti Celestini

Leandro Conti Celestini è un poliedrico artista italiano che ha fatto della nostalgia e del fascino retrò il marchio distintivo delle sue opere. Con una formazione in Storia dell'Arte e un background nel mondo della moda e del cinema a Los Angeles, California, Celestini ha sviluppato uno stile unico che fonde l'influenza dei grandi maestri dell'arte e del cinema Old Hollywood con una sensibilità contemporanea. Attraverso la pittura, la scrittura e la fotografia, esplora la bellezza malinconica delle vite silenziose e dei paesaggi mediterranei, creando ritratti e scene che trasudano atmosfera e mistero. La sua scrittura, permeata di descrizioni evocative e flussi di coscienza, offre una finestra sui sogni e i viaggi dei suoi personaggi, ispirati dall'eterno richiamo del sogno americano. Con opere come "L'educazione sentimentale di un ragazzo" e "Alle corde", Celestini cattura l'essenza di un'epoca e di un'emozione, offrendo al pubblico un viaggio affascinante attraverso il tempo e lo spazio. Pagina Artista.





2. Syria Castiello



Syria Castiello è una giovane artista nata a Scicli, in Sicilia, nel 2000. Dopo aver iniziato i suoi studi artistici al Liceo Artistico di Modica, si è trasferita all'Accademia di Belle Arti di Bologna nel 2019, approfondendo la sua ricerca espressiva sul corpo umano e sulle sue metamorfosi. Attraverso l'incisione, ha esplorato nuove tecniche sperimentali che le hanno permesso di trasformare la realtà, creando ambienti surreali e paesaggi che sfidano le convenzioni terrene. Attualmente continua i suoi studi e la sua ricerca artistica a Bologna, partecipando a mostre sia in Sicilia che in Emilia Romagna. La sua arte si distingue per la sua capacità di trasformare ciò che conosciamo, invitandoci a esplorare un "altrove" di evoluzione diversa. Pagina Artista.





3. Marco Terroni


Marco Terroni, conosciuto come Grifola, è un artista belga nato nel 1959, che ha frequentato l'Accademia di Belle Arti di Liége. Dagli anni '80 si dedica alla grafica, realizzando locandine, manifesti e allestimenti per mostre in diversi luoghi espositivi in Belgio. Nel 1988, cofonda il gruppo indipendente "TRACE", impegnato nella comunicazione di messaggi umanitari e sociali attraverso l'arte visiva. La sua arte, caratterizzata da forme leggiadre e l'uso frequente delle velature, esplora il tema della tridimensionalità e dell'interazione con materiali simbolici, come le porte recuperate. Dopo aver conseguito il diploma al "Collage de Pataphysique" in Italia nel 1999, si trasferisce a Modica, dove nel 2017 fonda l'Associazione Artisti Associati, MATT'Officina. Continua a partecipare a mostre collettive e personali, esplorando tematiche legate alla contemporaneità e collaborando con altri artisti in progetti multidisciplinari. Pagina Artista.





4. Fabio Adamo


Nato a Modica nel 1964, Fabio Adamo è un artista eclettico che ha saputo esprimere la sua creatività in molteplici forme d'arte. Dopo la laurea in Art Direction e Grafica presso lo IED di Roma, ha intrapreso una carriera come creativo e illustratore a Milano, lavorando per importanti marchi nazionali e internazionali. Oltre alla pubblicità, ha coltivato interessi nel teatro, nella musica e nella scultura, partecipando a progetti teatrali e fondando gruppi musicali. Parallelamente alla sua attività professionale, ha continuato a creare tele, sculture e installazioni, esponendo le sue opere in mostre e rassegne d'arte. La sua versatilità artistica si riflette nella sua prima mostra personale, intitolata "DAL BUIO", che raccoglie i suoi lavori dal 1988 al 2023 e che ha avuto luogo a Bari e successivamente replicata a Modica. Attualmente le sue opere sono esposte in diverse gallerie del Ragusano.





5. Pamela Vindigni


Pamela Vindigni, con le sue sculture, esplora la natura essenziale del corpo umano, liberandolo dalle sovrastrutture e dagli stereotipi di genere. Le sue opere rappresentano la maternità con ironia, smantellando i ruoli patriarcali e offrendo una visione politica della femminilità. La leggerezza con cui rappresenta la gravidanza diventa una metafora di concepimenti creativi e di riscritture sociali, riflettendo un'identità di genere e di artista consapevole e impegnata nella partecipazione alla vita sociale. Pagina Artista.





6. Roberto Battiato


Roberto Battiato, artista nato a Viagrande (CT), ha iniziato a esplorare il disegno e la pittura fin da giovane, diventando noto come Street Artist nella scena siciliana. Dopo aver frequentato l'Accademia di Belle Arti a Catania, ha approfondito il linguaggio simbolico guidato da docenti come Giovanna Giordano. La sua collezione "Connessioni", realizzata tra il 2013 e il 2017, si caratterizza per forti contrasti di colore e figure oniriche che esplorano la simbologia dell'inconscio dell'artista. Attraverso le sue opere, Battiato cerca di rivelare i significati nascosti della vita e condividere la sua esperienza personale con il mondo. Attualmente, prosegue il suo percorso artistico tra la Street Art e la pittura su tela, continuando la sua ricerca espressiva. Pagina Artista.





7. Anita Poidomani


Anita Poidomani, nata a Ispica nel 2000, ha frequentato il liceo artistico di Modica e attualmente studia e lavora all'Accademia di Belle Arti di Bologna. La sua pratica artistica è fortemente influenzata dalla musica, che considera una matrice fondamentale per le sue composizioni. Il suo approccio non è solo visivo, ma anche sonoro, concependo lo spazio come uno spartito musicale in cui si alternano momenti di pausa, improvvisazione e esecuzione. Partendo dall'analisi della parola siciliana "curtigghiari" (spettegolare), solitamente utilizzata in senso negativo, Anita cerca di reinterpretarla, consentendo ai suoi soggetti di raccontare la propria realtà attraverso gesti inconsci e vibranti. Le storie che sceglie di rappresentare provengono da esperienze personali, racconti popolari o detti popolari, offrendo così una riflessione sulle dinamiche sociali e umane. Pagina Artista.



16 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comentarios


Video Conferenza

Contatti

Lik Rapidi

Social Media

2023 by YRNMGALLERY. Powered & Secured by Elìa Fiume

YRNM GALLERY

bottom of page